TATTARATA’! FIABE IN MUSICA

Tattaratà! La rassegna di fiabe musicali DEBUTTA a Pontassieve il 22 febbraio 2014.

Le associazioni Spazio B&N! e SOUND in collaborazione con la Suola Comunale di Musica ( di Rignano, Londa, Pontassierve, Pelago, Rufina) presentano tre spettacoli.Tre sabati pomeriggio: sabato 22 febbraio, sabato 1 e sabato 15 marzo 2013.

22/02/2014 “All’opera…il Lupo e i Sette capretti” Teatrino dei Fondi

Questo spettacolo gira da tre anni nei migliori teatri d’Italia è nato per iniziare i bambini al “melodramma” e alla musica classica.

Per l’occasione un ospite speciale farà i suoi interventi musicali dal vivo!

Di e con Cristina Conticelli e Anna Dimaggio, tromba Franco Baggiani

01/03/2014 “Favole al telefono e la Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico” di Rodari e Sepulveda, la fantasia astratta e metafisica e il tema dell’amicizia sono nell’immaginazione e nella vita emotiva di tutti i bambini…

Un vero debutto in Italia! un recital che vede alla voce l’attore Andrea Giuntini e alle musiche (originali): sax baritono Giacomo Downie, alle percussioni Alessandro Cicalini e alla tromba Franco Baggiani.


Voce recitante: Andrea Giuntini, regia: Alessandra Vadalà, immagini: Cristina Conticelli.

15/03/2014 “La Bella Addormentata” Teatrombria
Dalle celebri melodie del balletto composto da Pëtr Il’ič Čajkovskij nel 1890 prende spunto questa versione inconsueta della Bella Addormentata. Spettacolo d’ombre nel quale Teatrombria esplora contemporaneamente la fiaba e la partitura musicale.

In scena la bravissima cantante-attrice-musicista Lucia Cappelli con il Giacomo Downie Trio

Ideazione e Regia: Grazia Bellucci, in scena: Lucia Cappelli e Grazia Bellucci.

Direzione musicale di Franco Baggiani, direzione artistica di Cristina Conticelli

 

FIABE IN MUSICA PER GRANDI E PICCINI AL CINEMA ACCADEMIA DI PONTASSIEVE

 INGRESSO EURO 5

Per informazioni: TEATRO Cinema Accademia via G.Montanelli 33 Pontassieve

Tel 0558331000 dal Lunedi al Venerdi 16.30/19.30  info@scuoladimusica.it

locandina

Stato di avanzamento lavori. Giuseppe Sabatini.

Sui pedali della vita.Giuseppe Sabatini. scene e costumi.Regia di A.Giuntini, K.Frese.
Sui pedali della vita.Giuseppe Sabatini. scene e costumi.Regia di A.Giuntini, K.Frese.

Eccoci a dodici giorni dalla prima, i registi con gli attori che infittiscono le prove; Diego al montaggio, Gabriele alle musiche; corse a destra e sinistra per le scene e i costumi.

Alla conferenza stampa del Festival 11 Lune c’erano solo posti in piedi, la Fondazione ha presentato la sua produzione (Sui pedali della vita. Giuseppe Sabatini) creando grandi aspettative.

NO PANIC

Ecco il comunicato stampa:

Associazione ELICRISO e Compagnia LEELE in

“Sui pedali della vita, Giuseppe Sabatini”

di Andrea GIUNTINI

Aspettando la 60a Edizione della COPPA SABATINI

regia di Katia FRESE e Andrea GIUNTINI

con Matteo DONZELLI, Enrico FALASCHI, Roberta GERI, Andrea GIUNTINI, Leonardo MONTAGNANI, Alessandro TONELLI

bmx free style DATEK

coreografie Katia FRESE

scene e costumi Cristina CONTICELLI

musiche originali Gabriele BOCHICCHIO

video Diego PECORI

tecnico luci e fonica Luca TELLESCHI

costumi SARTORIA TEATRALE FIORENTINA

Una produzione della Fondazione Peccioliper

Giuseppe Sabatini non usava tattiche o accorgimenti particolari. Vinceva e stravinceva ricorrendo solo alla forza dei muscoli, alla sua tenacia, alla sua caparbia volontà

Mario Bartoli

In occasione della sessantesima edizione della Coppa Sabatini, gara ciclistica che si svolge ogni anno a Peccioli nel mese di ottobre, la Fondazione Peccioliper ha deciso di rendere omaggio al grande campione Giuseppe Sabatini ciclista pecciolese molto dotato ma altrettanto sfortunato, scomparso prematuramente all’età di 36 anni. Soltanto un anno dopo la sua tragica scomparsa la comunità di Peccioli volle istituire una competizione in sua memoria.

Il lavoro della Fondazione Peccioliper è divenuto ben presto un interessante viaggio nel mondo del ciclismo alla ricerca di Giuseppe “Libertario” Sabatini, uomo, padre, ciclista.

Nacque il 22 marzo del 1915 e fin da giovanissimo manifestò una forte passione per il ciclismo, tanto da giungere a costruirsi da solo la sua prima bicicletta.

Un ciclista, ma soprattutto un uomo nel cuore dei pecciolesi, simbolo di riscatto sociale per un’intera comunità tra le due guerre mondiali; una collettività che si è stretta forte intorno al suo campione nei momenti di trionfo e in quelli del dolore, che ha saputo custodire nel tempo non solo le bellezze dell’arte e del paesaggio, ma anche il ricordo di un atleta coraggioso che ha condiviso con essa i momenti più esaltanti della sua vita. Al di là delle tante vittorie e delle sconfitte emerge un uomo tenace, caparbio, forte, dal cuore generoso, capace di infiammare e unire intorno a sé l’orgoglio pecciolese, che non lo ha mai dimenticato.

Il lavoro di costruzione dello spettacolo teatrale, attraverso le interviste e lo studio dei materiali d’archivio dell’Unione Ciclistica Pecciolese, ben presto è riuscito a riunire tutte le persone che hanno avuto la fortuna di incontrare e portare nel cuore il ricordo di Giuseppe Libertario: i figli, i nipoti, gli amici di Peccioli, i colleghi di un tempo.

Una ricerca e la ricostruzione del percorso umano e sportivo dell’uomo Sabatini con le sue aspettative, le sue amarezze e gli ostacoli del destino. Dai sogni del bambino alle speranze del giovane ciclista, dal dolore e dalla rabbia vissute durante la guerra in Libia, al ritorno a casa, alle difficoltà e al tramonto della carriera ma non del suo spirito sportivo.

Straordinaria partecipazione di Alessandro Tonelli, un bambino del territorio, nel ruolo del piccolo Giuseppe Sabatini.

Prima nazionale